Casorzo

Lavoro in nero tra le vigne del Moscato

Dieci lavoratori in nero tra le vigne del Moscato d'Asti, alcuni dei quali non sapevano nemmeno quanto avrebbero guadagnato a fine giornata. Li hanno scoperti l'Ispettorato territoriale del Lavoro di Asti, insieme ai carabinieri del Nucleo Tutela del Lavoro a San Marzano Oliveto e nelle zone di Belveglio e Moasca. Una cooperativa di nazionalità macedone aveva impiegato un lavoratore senza regolare contratto, mentre un'altra ne aveva impiegati nove, tutti sprovvisti non solo di contratto, ma di dispositivi di sicurezza. Alcuni non sapevano nemmeno quanto avrebbero guadagnato per le ore di raccolta delle uve. A carico dei datori di lavoro non solo la denuncia per il reato di occupazione di lavoratori stranieri privi di permesso di soggiorno, ma anche due provvedimenti di sospensione e sanzioni di 24 mila euro.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie